Bello senz’anima. Uomo oggetto. Mezza calzetta. Due anni a scrivere contenuti e mi ritrovo questa candidatura incomprensibile: Mr. Internet. Non lo so cosa vuol dire: potrei mai diventare l’alter ego maschile di Chiara Ferragni o di Selvaggia Lucarelli? (stima infinita). Credo di no, eppure ci sono, tra i 10 finalisti, e non so se il merito sia delle foto postate dal Messico o della barba alla Moscardelli (a proposito, complimenti per la sua nuova linea FlyBeard: antidivo, anticalciatore e altre considerazioni che mi tengo per il prossimo post). Lasciatemi però l’illusione che, almeno in parte, il merito sia di ciò che scrivo.

Visto che ho pubblicato più di 100 post nell’ultimo anno, due racconti, un romanzo (Domani No, potete acquistarlo anche in ebook) e svariate altre cose, credo di poter dire la mia, a questo punto. Intanto vi svelo un arcano: se sono tra i finalisti il merito è senza dubbio di Fiordirisorse (se potete non perdetevi l’evento del 18 settembre, insieme a Luna Margherita Cardilli e Osvaldo Danzi parlerò di Personal Branding presso Lo spazio di Paolo a Pescara). Mentre io ero in Messico a postare foto su Instagram (ne farò un format, sappiatelo) e a cercare ispirazione per le mie nuove storie, loro si sbattevano a portare la mia candidatura in cima alla classifica. Riuscendoci.

E pensare che non mi sono votato nemmeno da solo. In ogni caso, i Macchianera Italian Awards rappresentano un riconoscimento importante e vincere, seppur nella categoria “Mr. Internet“, non mi dispiacerebbe affatto. In fondo una foto con Sarinsky sul palco potrebbe alzare il mio Klout. Ho detto il Klout, non fate gli spiritosi. Però votatemi. Che vi costa? Ah, visto che sono un ciarlatano mica da niente, ho piazzato due finalisti anche nella categoria fake. Ma non vi dico chi sono, sennò che fake sarebbero.

Che faccio quindi, metto la foto da Ma di che stiamo parlando? Mi hanno detto che funziona.

Content & Community manager. Storytelling addicted. Scrivo markette per campare e romanzi per passione. Un giorno invertirò la tendenza. Domani no.

2 Comments —

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *