Quando parliamo di posizionamento, mi viene spesso in mente Banca Widiba, e la sua lezione di branding. Ovvero, come la Banca più antica del mondo può trasformarsi in quella più innovativa. E che media usa una banca innovativa per comunicare la sua storia e i suoi valori? Un libro.

Cronaca Pop, ovvero la storia dell’ingegnere che parlava con un pesce rosso

Cronaca Pop, ovvero la storia dell’ingegnere che parlava con un pesce rosso

Sì, perché – sarò anche di parte – ma non c’è nulla di più out of the box, per usare una di quelle parole che piacciono tanto ai marketers, della scrittura. E proprio la scrittura è stata la protagonista della presentazione a sorpresa di Cronaca Pop, “ovvero la storia dell’ingegnere che parlava con un pesce rosso”. In fondo cos’è la scrittura se non il lato umano del digitale? E cosa rappresenta una banca online se non la naturale evoluzione di un rapporto interpersonale che il digitale non ha sminuito, ma semmai ampliato? Ho conosciuto – in senso etimologico (persone, sorrisi, strette di mano, empatia: l’accento barese come il mio di Nicola, la cordialità di Graziana) – Widiba ad un evento a Firenze qualche mese fa. Una convention di consulenti finanziari, una di quelle cose a cui mai e poi mai avrei pensato di partecipare.

Widiba: da idea a No ordinary bank in 6 anni

Il consulente finanziario: psicologo, amico, confessore

Quel giorno però ho iniziato a capire che l’azienda aveva un modo diverso di comunicare. E che non era solo forma, ma anche sostanza. Ho fatto una bellissima chiacchierata con Antonio Scicchitano, a Bologna. Quella sera abbiamo parlato di soldi, e per la prima volta ho avuto una sensazione diversa. Parlare di soldi in Italia è sempre stato un tabù, molti di noi vengono dalla cultura del materasso e del mattone. Ovvero: conservo ciò che è in più e se investo compro case. Parlando con Antonio, consulente finanziario Widiba, ho scoperto di non essere finanziariamente educato (è sempre importante conoscere le proprie lacune) ed ho raccontato ad Antonio alcuni passaggi chiave della mia vita: il mio cambio repentino da dipendente a libero professionista, l’improvvisa responsabilità economica derivata dal fatto di non avere più genitori.

Noi consulenti finanziari siamo un po’ psicologi, un po’ confessori, molto amici. Ma è un tipo di amicizia che non può prescindere da una grande lucidità”.

La coerenza dei racconti, il rispetto dell’individualità di ognuno

Mi sono portato quella frase a casa quella sera, ci ho ripensato spesso, fino a quando Widiba, giovedì scorso, mi ha invitato ad un evento a sorpresa. Durante lo speech dell’AD Andrea Cardamone scorrevano le nostre storie, quella mia, quella di Luca, quella di Giacomo e Michela. La serata si era presentata pop fin dall’inizio. E la presentazione del libro – di cui, lo confesso, conoscevo l’idea – è stata la ciliegina sulla torta. Cronache Pop perché il libro è sì un susseguirsi di fatti, ma mescola il linguaggio della consulenza finanziaria, dei mutui online e dei conti corrente agli eventi pop personali e non. Il libro è “pop” nella grafica (se pensi ad una Banca pensi ad un altro genere di impaginazione, di tono di voce, di concept), nella scelta dei colori e delle illustrazioni. Addirittura, nella ricerca del typo giusto. E, cosa ancora più importante nella scelta dei racconti. Nella ricerca della coerenza dei racconti, pur rispettando l’individualità di ognuno.

Andrea Cardamone, AD Widiba

Widiba: da idea a No ordinary bank in 6 anni

Cronaca Pop non è solo la storia dei primi 6 anni di Widiba (quanti sono oggi 6 anni? Sono tanti? Pochi?), ma il susseguirsi di racconti di persone uniche e diverse, unite dalla voglia di dire qualcosa e lasciare intravedere la propria essenza tra le pagine. La stessa voglia che abbiamo riversato noi, alla fine della prima parte dell’evento, quando ci siamo ritrovati a continuare quelle storie, facendo un antico, e quindi incredibilmente innovativo, esercizio di scrittura. Non so se una banca diventerà mai una media company, ma quello di cui sono certo è che non c’è nulla di meglio della scrittura, e di un libro, per conoscere i valori delle persone che lavorano per un brand. Nel 2013 Widiba era solo un’idea, oggi è la No Ordinary Bank. Nelle Librerie Feltrinelli e nei principali store online trovate la sua storia e le innovazioni che l’hanno portata ad essere ciò che è oggi. È d’altronde, come ha detto l’AD Andrea Cardamone: “Il nostro futuro di 6 anni fa, coincide con il presente di oggi”. Un presente tutto da leggere.

 

 

 

 

Content & Community manager. Storytelling addicted. Scrivo markette per campare e romanzi per passione. Un giorno invertirò la tendenza. Domani no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.