Storylistening e SeoTelling: parole nuove, concetti antichi che ritornano ed evolvono. In questo periodo vado spesso alla ricerca di nuovi linguaggi comunicativi, per capire cosa è cambiato nella comunicazione aziendale, e come il digitale si è adeguato alle abitudini delle persone. Persone, non target. Interessante, in ottica content marketing e storytelling, approfondire la svolte del nuovo sito corporate di Eni. Che di corporate, così come noi lo intendiamo, ha veramente poco. Eni.com è un portale che oltre a proporsi con una semplificazione dell’architettura delle informazioni, si basa su un motore semantico ideato per rendere la navigazione più facile e intuitiva.

 

Credits: Eni

Credits: Eni

Non cercare, chiedi

“Non cercare, chiedi!”: Ask Now è il nuovo motore di ricerca semantico che caratterizza l’homepage del nuovo sito web www.eni.com: risponde alle domande degli utenti e li aiuta nella ricerca delle informazioni. La nuova “answering machine” di Eni, è un sistema capace di interpretare le domande poste con un linguaggio naturale da parte degli utenti, attraverso l’analisi semantica della parole a partire da soggetto, predicato e complemento oggetto. Tramite questo meccanismo, Ask Now, imparerà dall’utente e non fornirà delle automatiche risposte basate sull’analisi di specifiche keyword, ma sull’intera formula discorsiva.

Provate a scrivere “Cosa fa Eni in Nigeria?”

 

Schermata 2016-06-14 alle 15.54.40

 

La svolta comunicativa

Il nuovo Eni.com introduce, tra le altre cose, Enipedia, una piattaforma che raccoglie i documenti, i dati e gli approfondimenti dell’azienda per offrire ai visitatori un’esperienza globale e completa del mondo Eni. L’obiettivo è raccontare. Raccontare agli utenti il mondo Eni attraverso delle risposte esaustive e “narrate” come un vero e proprio racconto. Un dialogo più aperto dell’azienda verso il suo interlocutore, in maniera efficace e trasparente. L’apertura di un blog di approfondimento, quotidianamente aggiornato e una forte presenza sui social network contribuiscono a rafforzare il cambio di marcia online, sul mood “Il futuro è di chi sa immaginarlo”.

Lo spettacolo con Federico Buffa

È difficile etichettare “Energia da URL” con la parola “evento” perché è stato un vero e proprio spettacolo ad alto impatto emotivo (regia di Maria Elisabetta Marelli). Una vera e propria pièce teatrale coinvolgente, che con effetti speciali e scenografici, ha raccontato e ha fatto vivere agli spettatori, il viaggio professionale che ha dato vita al nuovo portale. Attraverso uno stile narrativo, coinvolgente ed evocativo, Federico Buffa, uno che sa trasformare qualunque fatto in una storia, ha raccontato la storia Eni, dalla creazione alla realizzazione, riuscendo a trasmettere al pubblico della Social Media Week, il grande valore evolutivo (ed evocativo) del nuovo progetto.

In conclusione: dopo Coca-Cola con Journey, anche Eni si propone con un sito dedicato allo storytelling e alla ricerca con un linguaggio dedicato agli utenti. Se da una parte l’azienda afferma di aver scelto narratori professionisti di tutti i paesi e di non affidarsi a delle traduzioni che muterebbero inequivocabilmente le storie, è altrettanto vero che il nuovo sito si propone come un percorso di Storylistening (l’azienda ti ascolta, qualunque sia la tua domanda) e quello che io e Francesco Antonacci di Socialware abbiamo ribattezzato SeoTelling. Da una parte le parole chiave, dall’altra la narrazione. Sempre tenendo conto che oggi, gli utenti, non cercano più. Chiedono.

Content & Community manager. Storytelling addicted. Scrivo markette per campare e romanzi per passione. Un giorno invertirò la tendenza. Domani no.

Rispondi