Sei un’azienda seria e ragioni a lungo termine? Allora lavora sui contenuti perché costruire contenuti vuol dire avere pilastri solidi quando ci sono gli scuotimenti. E fai di ogni errore la tua forza

Quando abbiamo deciso, io insieme ai miei soci, di organizzare un corso di formazione sui temi del digital marketing, sono partito da questa affermazione di Roberto Saviano poi ripresa in un bellissimo libro che ha ispirato alcune mie scelte. Il libro si chiama “La comunicazione è un posto dove ci piove dentro” e parla della contaminazione tra marketing e letteratura. Sono tornato indietro di circa 15 anni, ovvero al giorno della mia laurea in lettere. Tra le ipotesi che prendevo in considerazione per il mio futuro non c’era la possibilità di scrivere libri per il digital marketing, né quella di lavorare per lo storytelling delle aziende. Non era snobismo, semplicemente non pensavo che tante nozioni umanistiche mi sarebbero tornate così utili in un contesto profondamente segnato da asset economici. Mi sbagliavo. Perché come spesso accade, in un mondo dove tutti fanno la stessa cosa, la differenza la fa’ chi si approccia in maniera diversa. E con questo non voglio dire “fantasiosa” o peggio ancora “astratta”. Più concretamente ritengo sia fondamentale frequentare persone, eventi e situazioni legate a mondi diversi da quelli che abitualmente rientrano nel nostro business. Questo stimola in maniera più efficace ed eterogenea il proprio agire e soprattutto il pensare quotidiano.

Il corso che abbiamo pensato, inizia da qui. Per ogni modulo (content marketing, storytelling, digital pr e influencer marketing, social media marketing) due professionisti con approcci differenti. Uno più orientato al marketing, l’altro alla comunicazione. Uno ai dati, l’altro alla letteratura. Due materie che non possiamo più scindere. Leggerezza, velocità, molteplicità, consistenza, esattezza e visibilità. Sono le 7 lezioni americane di Calvino (l’ultima purtroppo manca), un puzzle che contribuisce ad un disegno straordinario. Per renderlo ancora più importante ho pensato a due eventi extra, completamente slegati dal business. Sono due eventi serali di narrativa pura, slegati dal contesto business, uno con Michele Dalai (Ettore, Radio 2) e l’altro con Matteo Caccia, il Don’t tell my Mom (avete mai provato a raccontare, in 5 minuti e senza leggere, qualcosa che non direste mai a vostra madre?).

Don't tell my mom Matteo Caccia

 

Chi siamo noi se non una combinatoria di esperienze, di informazioni, di letture e d’immaginazione? Ogni vita è un’enciclopedia, una biblioteca, un inventario di oggetti, un campionario di stili, dove tutto può essere continuamente rimescolato e riordinato in tutti i modi possibili (Italo Calvino)

 

La creatività può produrre combinazioni serendipitose di idee già presenti nella nostra testa, ma anche permetterci di incarnarne di nuove dal mondo esterno. In tal senso la pratica e la lettura restano un veicolo insuperabile nell’acquisizione di idee e prospettive impreviste e interessanti. Stare chiusi in ufficio tutto il giorno, mandare a memoria nozioni, non è sicuramente il modo più moderno, efficace e creativo di farsi venire delle idee e trovare modi innovativi di comunicare. Che poi sono quelli che le aziende richiedono. Ho anche scelto personalmente dei titoli (la lista è segreta) di libri che possono stimolare questo pensiero e questa attitudine. Dell’importanza del networking mi sembra superfluo parlare: oggi è troppo importante entrare in connessione con le persone giuste, sceglietele accuratamente.

Sempre più, in futuro, le aziende avranno bisogno di storytelling e quindi di scrittori, giornalisti, registi per essere in grado di trasmettere le emozioni, i principi, i contenuti del brand. Io non ho l’ambizione di trasmettere questi concetti in due giorni, ma in uno scenario dei media che vede sempre più editori in difficoltà e sempre meno spazio per i giornalisti, quello di diventare reporter di un’azienda si sta configurando come un possibile mestiere del futuro. Non prenderlo in considerazione sarebbe un errore imperdonabile.

Se hai letto questo post hai diritto ad uno sconto per La Content Academy Masterclass.

Scrivimi a cristiano@lacontentacademy.it

Content & Community manager. Storytelling addicted. Scrivo markette per campare e romanzi per passione. Un giorno invertirò la tendenza. Domani no.

Rispondi