Milena Calogiuri (@milcsecond), storyteller di Igers Lecce, e Alessandro Piemontese (@comunicale79), creative strategist di Igers Foggia, ci raccontano #SalentoUpNdown, l’instagram tour che si è rivelato un eccezionale esempio della potenza di Instagram e del visual storytelling.

D: Raccontateci di voi.

R: Siamo quelli con lo smartphone nella fondina, dall’hashtag facile e dal tag responsabile. Il nostro obiettivo, come responsabili locali di Instagramers Italia, la community italiana degli appassionati di Instagram fondata da Ilaria Barbotti, è la promozione del territorio attraverso la mobile photography. Lo facciamo ogni giorno con attività fotografiche di gruppo (Instameet e Instawalk) o con i contest, perché è fondamentale incontrarsi: passare dall’online all’offline è la nostra forza.

foto di @atmolex

foto di @atmolex

D: Cos’è #SalentoUpNdown ?

R: Un Instagram tour locale che ha coinvolto 25 aziende e 12 enti pubblici territoriali, e che ha avuto l’onore di ospitare influencer internazionali ottenendo numeri… spaziali! Nato da un’idea di Milena Calogiuri, è stato realizzato da Instagramers Lecce (di cui fa parte anche Gabriele dell’Anna, @gaker79) in collaborazione con il Laboratorio e-Government dell’Università del Salento coordinato dal professor Marco Mancarella.

foto di @ilcavallopazzo

foto di @ilcavallopazzo

D: Con quali modalità si è svolto il tour?

R: L’Instagram tour ha visto come protagonisti 24 top influencer internazionali di Instagram divenuti, per circa una settimana, i più importanti ambassador del territorio salentino e di alcuni brand di punta. Ognuno ha raccontato il proprio Salento attraverso scorci, panorami, dettagli: si tratta infatti di veri e propri social media reporter capaci di suscitare emozioni attraverso la mobile photography.

foto di @katiami

foto di @katiami

D: Quali sono stati i risultati?

R: A ritmo di click, i nostri reporter hanno creato uno storytelling realtime condiviso con milioni di follower (1,5 milioni diretti, circa 3 milioni indiretti tramite partecipazione degli influencer alle social community). Il tutto è stato aggregato su www.xupndown.com e, a oggi, il sito ha registrato tantissimi accessi soprattutto dall’estero: Grecia, Spagna, Belgio, Svizzera, Ungheria, Usa, Regno Unito, Cina. L’hashtag #SalentoUpNdown è diventato così virale da ricevere in poche settimane 500mila like e il repost sul profilo di Philippe Gonzalez, fondatore a livello mondiale delle community degli Instagramers.

 

La forza del visual storytelling è eccezionale ed eventi come #SalentoUpNdown – con i relativi numeri e report – ne confermano il potenziale. Si tratta di un fenomeno in crescita, un nuovo modo di comunicare di cui si parlerà sempre di più nei prossimi anni. Se ti interessa l’argomento, nel mio nuovo libro sul Content Marketing (Hoepli) troverai numerosi approfondimenti. Qui trovi ulteriori dettagli.

 

in copertina, foto di @ejota_seventyeight

Content & Community manager. Storytelling addicted. Scrivo markette per campare e romanzi per passione. Un giorno invertirò la tendenza. Domani no.

Rispondi